Di seguito viene presentata la lista delle definizioni, nozioni comuni, postulati e proposizioni che si possono trovare nel primo libro degli Elementi di Euclide.

EUCLIDE, Libro I - 1

Df. I Punto è ciò che non ha parti.

Df. 2 Linea è lunghezza senza larghezza.

Df. 3 Estremi di una linea sono punti.

Df. 4 Linea retta è quella che giace ugualmente rispetto ai suoi punti.

Df. 5 Superficie è ciò che ha soltanto larghezza e lunghezza.

Df. 6 Estremi di una superfìcie sono linee.

PremessaQuesti appunti si configurano come una traccia della storia della matematica. Per tale ragione vengono principalmente riportati i vari periodi storici e i personaggi illustri che hanno contribuito allo sviluppo del sapere matematico. Tali personaggi verranno incontrati nell’arco del quinquennio e, di volta in volta, ci saranno diverse occasioni per approfondire periodi storici e contributi apportati.

Il termine matematica deriva dal greco μάθημα (máthema), tradotto come “scienza”, “conoscenza”, “apprendimento”. Di conseguenza il termine μαθηματικός (mathematikós) vuol dire “incline ad apprendere”.
La matematica si occupa dei problemi riguardanti le quantità, le figure, i movimenti dei corpi, facendo uso della logica. Essa viene considerata la regina delle scienze, in quando le sue applicazioni investono diversi rami del sapere (fisica, ingegneria, economia, informatica, scienze sociali, etc.).
Oggi si è soliti parlare di “matematiche” in quanto sono diverse le discipline alleate per raggiungere il fine di far conoscere i fenomeni che presenta l’estensione figurata. 
La matematica ha origini antichissime e quindi non è semplice risalire ad una precisa data di origine. Le testimonianze ci permettono di stabilire che: